Matres Terrae ceramics & design

Alla scoperta della creatività artigianale femminile - identità e aspetti socio culturali

Italia Capua

VICEPRESIDENTE APS PANDORA ARTISTE CERAMISTE

Salerno ITALIA

MIRIAM GIPPONI

Si è da poco conclusa la mostra “Matres Terrae ceramics & design” che si è tenuta presso il Museo Provinciale Campano di Capua (25-11- 2021, 5-01- 2022). Inaugurata il 25 novembre 2021 nella Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, ha avuto come tematica la scoperta della creatività artigiana artistica femminile. L’iniziativa con il patrocinio della Regione Campania è stata ideata dall’APS Pandora Artiste Ceramiste ed organizzata in collaborazione con il Museo Campano. Novantasei ceramiste provenienti da tutto il mondo sono state le protagoniste di questa straordinaria mostra: una nuova occasione di incontro e confronto tra diverse esperienze e tradizioni ceramiche di rilievo artistico e produttivo per questo settore italiano ed estero ed un preludio all’edizione 2022 del Matres - Festival della Ceramica Femminile. L'obiettivo era ed è rafforzare e diffondere il "Progetto Ceramica Donna" da tempo intrapreso dall'Associazione Pandora, attraverso la ricerca del giusto spazio di valorizzazione/riconoscimento dell'artigianato artistico femminile nel campo dell'arte ceramica. La mostra si è ispirata ad una delle collezioni più preziose del Museo Campano di Capua, quella delle “Matres Matutae” (già assunte come simbolo del Festival Internazionale della Ceramica Femminile ideato dall'Associazione Pandora nella sua I° edizione del 2018) – maestose sculture in tufo di donne sedute con in grembo uno o più bambini; la loro arcana bellezza, la loro simbologia di generatrici di vita, come lo è la stessa terra argillosa madre delle creazioni delle ceramiste, è il filo conduttore della opere esposte. Le Matres sono la vita stessa, l’universo che emerge dall’argilla e che di essa è impastato fin dalle origini. La terra è il mezzo con cui le artiste si alimentano di  forza vitale per plasmare, rinnovarsi ed essere fertili e produttive  nella creatività delle loro opere. Sempre la -Terra- e la sua cura è presente nell’opera collaborativa “Riflessioni” realizzata dalle artiste per l’occasione. Il legame simbolico con la -Terra- è visibile nelle tracce, nei frammenti di oggetti inquinanti, plastiche di vario genere e altri prodotti del ciclo dei rifiuti inclusi nel basamento dell’installazione del -Trono della Mater- allestito con simbolici manufatti di fertilità e abbondanza. Nell' Opera il - trono della Mater – segno di fertilità ed abbondanza risulta radicato alla nostra -Terra - ormai contaminata e pervasa dalla violenza rappresentata dal rosso dei suoi appoggi e che invita ad una riflessione. Una riflessione che grazie all’azione creativa condivisa delle artiste   trova l’energia per sublimare l’attuale realtà con effetti ancor più amplficati dalle superfici riflettenti presenti nell’Opera. L'opera collaborativa è infatti espressione dell’arte relazionale da tempo praticata da Pandora, quale sintesi delle capacità umane e creative condivise delle artiste provenienti da più parti del globo. Energie ed esperienze che si uniscono e si alimentano per generare lavori unici, espressione e sintesi di un’azione creativa che pur partendo dalle  tradizioni locali, si lega concretamente ad una visione globale e contemporanea. Tra i temi culturali e sociali promossi dalla Mostra, importante spazio di coinvolgimento e di riflessione, è stato dato al sempre più attuale problema del femminicidio a cui Pandora risponde anche questa volta con un’azione concreta delle donne utilizzando l’arte come strumento per produrre cambiamento. Centinaia di scarpette rosse realizzate dalle ceramiste sono state disposte sulla suggestiva Scala Catalana del Museo in occasione dell’inaugurazione di “Matres Terrae ceramics & design”  e per l’evento collaterale “Scarpette rosse in ceramica - Le città italiane della ceramica dicono NO alla violenza” un progetto dell'AICC per la Giornata Internazionale per l'Eliminazione della Violenza sulle Donne, evento giunto alla sua  V° edizione a cui Pandora  aderisce da sempre. Le scarpette rosse, simbolo di violenza contro le donne, quest'anno dedicate alle donne afghane, hanno posto con grande richiamo emotivo l'attenzione su questo tema che rappresenta una vera emergenza sociale, tema trattato insieme al più generale aspetto della parità di genere negli interessanti interventi in programma per la serata inaugurale. Come negli anni precedenti, le scarpette sono state donate per un’azione benefica del territorio. In quest’occasione sono state donate all'Associazione no profit Touring Club di Capua, per la raccolta di fondi per il restauro dell'importante affresco di San Michele di età longobarda, situato nell'omonima Chiesa capuana. La nota iconografia del Santo che sconfigge il male si lega al tema della violenza sulle donne. Questa immagine infatti è  stata scelta di recente a simbolo della protezione delle donne oggetto di violenza dalla Polizia di Stato. Il programma ha inoltre previsto un calendario ricco di appuntamenti tra cui la visita guidata alla Mostra  Matres Terrae e al Museo per persone con disabilità, organizzata e guidata da Pandora Ability, rivolta ad artisti, ceramisti ed associazioni locali, in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità 2021. Purtroppo gli appuntamenti non si sono svolti per impedimenti legati all’attuale emergenza sanitaria. Ora è in preparazione l'attesa edizione del Matres - Festival della Ceramica Femminile 2022.

BOX

LA COLLEZIONE DELLE MADRI
La mostra si è ispirata ad una delle collezioni più preziose del Museo Campano di Capua, quella delle “Matres Matutae” già assunte come simbolo del Festival Internazionale della Ceramica Femminile ideato dall'Associazione Pandora. Filo conduttore delle opere in Mostra è la collezione delle Madri, unica nel panorama internazionale dei Musei, dove la rappresentazione della maternità transita dal mondo indigeno a quello dell’antica Roma con inalterato significato di fecondità e fertilità.

immagini

Gumsun Kim "Un uccello sulla Terra", 2019
Locandina mostra
Marika Mihaljfi “Insieme”
Installazione "Scarpette Rosse" Scala Catalana - Museo Campano di Capua
Antonella Cimatti “Crespina” attraverso “Pupa” di Francesca Vestita

articoli correlati

Da Pandora a Matres

Ed eccoci ad una nuova avventura, ad  un nuovo modo di raccontare le donne, di essere protagoniste nel loro mondo dedicato alla ceramica, in maniera […]

Le ragioni di un simbolo Matres Matutae

La parola sìmbolo, dal latino symbŏlus e symbŏlum e dal greco σύμβολον, significa «accostamento», «segno di riconoscimento». Nell’antica lingua dei Greci, la parola simbolo deriva […]

La venere di Dolní Vestonice

Nel luglio del 2019 sono stata invitata a tenere delle lezioni di chimica dei materiali ceramici presso la Prima Scuola Internazionale di Scienze Applicate ai […]
arrow-up arrow-right